Calendario Religioso – Anthesterion – Ἀνθεστηριών

VIII Mese del Calendario, III anno della 698° Olimpiade – sacro a Dioniso (Anthesteria)
Anthesterion: questo ad Atene è l’ottavo mese, sacro a Dioniso. Istro nei libri della Raccolta dice che si chiamava in questo modo perché in quel periodo fiorisce la maggior parte dei frutti della terra.
[Anthesteria, En Agrais Mysteria, Diasia, Chloeia]

537110_320930078008229_1496746374_n

Calendario Religioso dell’Attica – Anthesterion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 10 Febbraio, II giorno- Δευτέρα Ἱσταμένου
Sacrificio di un giovane capro a Dioniso (Erchia)

– Dal tramonto dell’11 Febbraio, III giorno – Τρίτη Ἱσταμένου – Τριτομηνίς
Incontro dei Thiasotai di Bendis a Salamina

– Dal tramonto del 19 Febbraio, XI giorno – Ἑνδεκάτη/ Πρώτη Μεσοῦντος
Anthesteria- Pithoigia, ‘apertura delle botti’- il vino nuovo viene portato in Città; mercato del vino nuovo; apertura delle botti al tempio di Dioniso en limnais; simposio pubblico.

– Dal tramonto del 20 Febbraio, XII giorno- Δωδεκάτη/ Δευτέρα Μεσοῦντος/ Δυοκαιδεκάτη
Anthesteria – Khoes, ‘boccali’, miarà hemera, giorno impuro, chiusura di tutti i Templi – azioni rituali al mattino; banchetti pubblici- gara di bevute; processione per l’arrivo in città di Dioniso- komos; ritorno al tempio e atti rituali.
Sacrificio a Dioniso (Torico)

– Dal tramonto del 21 Febbraio, XIII giorno – Τρίτη Μεσοῦντος/ Τρισκαιδεκάτη/ Τρίτη ἐπὶ δέκα
Anthesteria- Khytroi, ‘pentole’- processione notturna dal Limnaion al Boukolion- nozze sacre; preparazione della panspermia per Hermes Chthonios e Dioniso; ‘chytrinoi agones’, danze corali, Aiora/Aletis.
Hydrophoria

– Dal tramonto del 22 Febbraio, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος/ Τετρὰς ἐπὶ δέκα/ Τεσσαρεκαιδεκάτη
Luna Piena

– Dal tramonto del 28 Febbraio, XX giorno – Εἰκοστή/ Εἰκὰς/ Εἰκοσάδες fino al tramonto del 5 Marzo, XXVI giorno – Πέμπτη Φθίνοντος/ Πέμπτη μετ’εἰκάδας
“Tà en Agrais- Tà pròs Agran”- Misteri Minori

– Dal tramonto del 2 Marzo, XXIII giorno –  Ὀγδόη Φθίνοντος/ Ὀγδόη μετ’εἰκάδας
Diasia – sacrifici in onore di Zeus Meilichios (previsto ad Agrai anche nel cal. di Erchia)- apophras hemera, giorno ‘impuro’

– Dal tramonto del 6 Marzo, XXVII giorno- Τετρὰς Φθίνοντος/ Τετρὰς μετ’εἰκάδας
Sacrificio ad Artemide Amarysia (Erchia)

– Dal tramonto del 9 Marzo, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Calendario Religioso – Gamelion – Γαμηλιών

VII Mese del Calendario, III anno della 698° Olimpiade –  sacro a Hera (Theogamia – Gamelia) e Dioniso (Lenaia)
“Il mese attico di Gamelion, dedicato alle nozze, cui presiede Hera nuziale (Γαμηλία)”

11002606_608057175962183_1858403692342464132_n

Calendario Religioso dell’Attica – Gamelion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 13 Gennaio, III giorno – Τρίτη Ἱσταμένου – Τριτομηνίς
Onori ad Hera

– Dal tramonto del 17 Gennaio, VII giorno – Ἑβδόμη Ἱσταμένου
Sacrifici alla Kourotrophos, ad Apollo Delphinios e ad Apollo Lykeios (Erchia)

– Dal tramonto del 18 Gennaio, VIII giorno – Ὀγδόη Ἱσταμένου
Sacrificio ad Apollo Apotropaios, Apollo Nymphegetes, e alle Ninfe (Erchia)

– Dal tramonto del 19 Gennaio, IX giorno – Ἑνάτη Ἱσταμένου
Sacrificio ad Atena: ΗΡΟΣΟΥΡΙΟΙΣ, per i venti favorevoli (Erchia). Sacrificio ad Atena sull’altare maggiore del Partenone

– Dal tramonto del 20 Gennaio, X giorno – Δεκάτη Ἱσταμένου/ Δεκάτη Προτέρα
Sacrifici di una scrofa a Demetra e di un maiale adulto a Kore, e di un maialino a Zeus Boulaios

– Dal tramonto del 22 Gennaio, XII giorno- Δωδεκάτη/ Δευτέρα Μεσοῦντος/ Δυοκαιδεκάτη – fino al tramonto del 29 Gennaio, XIX giorno- Ἐνάτη Μεσοῦντος/ Ἐνάτη ἐπὶ δέκα / Ἐννεακαιδεκάτη
Lenaia – Dionysia ta epi Lênaiôi – processioni, sacrifici, rappresentazioni teatrali.

– Dal tramonto del 24 Gennaio, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος/ Τετρὰς ἐπὶ δέκα/ Τεσσαρεκαιδεκάτη
Luna Piena
Inizio della Tregua Sacra per i Piccoli Misteri

– Dal tramonto del 29 Gennaio, XIX giorno- Ἐνάτη Μεσοῦντος/ Ἐνάτη ἐπὶ δέκα / Ἐννεακαιδεκάτη
Conclusione delle Lenaia – Porre l’edera sulle statue di Dioniso.

– Dal tramonto del 6 Febbraio, XXVII giorno- Τετρὰς Φθίνοντος/ Τετρὰς μετ’εἰκάδας
Theogamia-Gamelia, Nozze Sacre.
Sacrificio di un maialino alla Kourotrophos, di una pecora adulta ad Hera (la pelle alle sacerdotesse), una pecora adulta (M)a Zeus Teleios (sull’altare di Hera) e di una pecora adulta (M) Poseidone (Erchia)

– Dal tramonto dell’8 Febbraio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Artemide – Flora sacra [estratto dallo studio dedicato ad Artemide]

483551_299903616777542_54707574_n

Artemide – Flora sacra [documento pdf online]

  • Palma (Alloro; Ulivo)
  • Alloro
  • Cipresso
  • Salice
  • Agnocasto
  • Noce
  • Cedro
  • Mela cotogna
  • Abete
  • Meliloto, dittamo e lentisco
  • Mirto
  • Artemisia
  • Giacinto
  • Asfodelo
  • Narciso
  • Amaranto
  • Croco
  • Canne di palude
  • Peonia

Calendario Religioso – Poseideon – Ποσειδεών

VI Mese del Calendario, III anno della 698° Olimpiade – sacro a Poseidone – mese del Solstizio Invernale

Poseidone è la causa del mare, poiché è la causa dell’essere bevibile (poseos) per i fiumi e per tutte le altre acque, le quali scorrono versate dal mare, da cui sia le piogge, sia i fiumi traggono origine. Per questo gli abitanti dell’Attica chiamano il mese del Solstizio Invernale Poseideon.” (Eusth. schol. Il. XV 188; 1012.40)

[Plerosia, Posideia, Dionysia rurali, Haloa]

Calendario Religioso dell’Attica – Poseideon [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

  • Dal tramonto del 16 Dicembre, V giorno – Πέμπτη Ἱσταμένου

Plerosia- festival a Myrrhinous, in onore di Zeus.

  • Dal tramonto del 19 Dicembre, VIII giorno – Ὀγδόη Ἱσταμένου

Posidea;
sacrificio privato a Poseidone.

  • Dal tramonto del 22 Dicembre, XI giorno – Ἑνδεκάτη/ Πρώτη Μεσοῦντος

Solstizio Invernale

  • Dal tramonto del 25 Dicembre, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος/ Τετρὰς ἐπὶ δέκα/ Τεσσαρεκαιδεκάτη

Luna Piena

Nascita di Helios: la Luce cresce

  • Dal tramonto del 26 Dicembre, XV giorno – Πέμπτη Μεσοῦντος/ Πέμπτη ἐπὶ δέκα / Πεντεκαιδεκάτη

Kat’Agroùs Dionysia- Dionisie rurali (Theoinia?)- processione fallica, sacrifici, agoni e rappresentazioni teatrali.

  • Dal tramonto del 27 Dicembre, XVI giorno – Ἕκτη Μεσοῦντος/ Ἕκτη ἐπὶ δέκα /Ἑκκαιδεκάτη

Kat’Agroùs Dionysia- Dionisie rurali- Askolia;
Sacrificio a Zeus Horios e Athena Horia (ad Erchia)

  • Dal tramonto del 30 Dicembre, XIX giorno- Ἐνάτη Μεσοῦντος/ Ἐνάτη ἐπὶ δέκα / Ἐννεακαιδεκάτη

Sacrificio privato agli Anemoi (Venti);
Riunione περὶ Διονυσίων a Myrrhinos.

  • Dal tramonto del 6 Gennaio, XXVI giorno – Πέμπτη Φθίνοντος/ Πέμπτη μετ’εἰκάδας

Haloa, in onore di Demetra e Dionysos; processione da Atene ad Eleusi, pannychis, ‘feste dell’aia’, Mysteria di Demetra, Kore e Dioniso, banchetto;
onori a Poseidone Patêr, Prosbatêrios (‘degli avvicinamenti’) e Themeliouchos (‘detentore delle fondamenta) e Persephone.

  • Dal tramonto del 10 Gennaio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς

Banchetto di Hekate, Ἑκάτης δεῖπνον

 

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Commento al Timeo, V parte – Sezioni conclusive

Commento al Timeo [link documento pdf] del divino Proclo.

 

5. Disseminazione delle anime
“seminò alcuni di essi nella terra, altri nella luna, altri ancora in altri organi del tempo”
I. Spiegazione generale
II. Esame del dettaglio
1. Legame fra le anime parziali e quelle divine
2. Conseguenze di questa dottrina
a. Non vi è semina nell’Anima del Cosmo
b. Dove si compie la semina
c. Vi è semina nelle Stelle fisse
d. Che ciò che è seminato appartenga ad “uomini”
3. Differenze fra νομή e σπορά
4. Sui tre significati della parola ‘uomo’

6. Assegnazione agli Dei giovani del resto dell’opera
“dopo la semina, affidò agli Dei giovani”
Spiegazione generale

“il compito di plasmare corpi mortali, e di completare quanto nell’anima umana era ancora da aggiungere, e tutto ciò che ne conseguiva e di governare le anime”
Spiegazione generale

“e di guidare l’essere mortale nel modo più bello e migliore possibile, perché esso stesso non fosse causa dei suoi mali.”
Spiegazione generale

“Avendo ordinato tutto ciò, rimase nel suo stato, come era conveniente”
Spiegazione generale

7. Creazione dei corpi ad opera degli Dei giovani
“mentre permaneva in questo stato, i figli, compreso l’ordinamento del padre, gli obbedivano”
Spiegazione generale

“e preso l’immortale principio dell’essere mortale, imitando il loro demiurgo, presero in prestito dal cosmo parti di fuoco, di terra, di acqua e di aria, che sarebbero poi state restituite, e le unirono insieme, non con quei legami indissolubili con cui essi erano stati uniti”
A. Spiegazione generale
1. Differenze fra le due Demiurgie
2. Unione e coerenza delle due Demiurgie
3. Ritorno delle porzioni elementari agli elementi complessivi
B. Spiegazione dei dettagli

“ma, connettendole con moltissimi chiodi invisibili per la loro piccolezza, e realizzando così da tutti gli elementi un corpo unico per ciascuno, legarono i circoli dell’anima immortale a questi corpi soggetti a influssi ed efflussi.”
Spiegazione generale

8. Disturbi dell’anima a causa della discesa nel corpo
“e questi circoli, legati come ad un fiume in piena, non dominavano e non erano dominati”
A. Spiegazione generale
Introduzione
I. Perché la discesa delle anime
II. Perché il malessere dell’anima nel corpo
III. Ritorno alle cause della discesa
B. Spiegazione dei dettagli

“mentre a forza erano trasportati e trasportavano, sicché tutto l’essere vivente si muoveva, avanzando in modo disordinato dove il caso lo portava e senza ragione, avendo in sé tutti e sei i movimenti: si muoveva in avanti e indietro, e a destra e a sinistra, in basso e in alto, ed errando da ogni parte procedeva nelle sei direzioni.”
I. Spiegazione di “βίᾳ δὲ … ἀλόγως”
II. I sei movimenti

“Era impetuosa l’ondata che affluiva e refluiva e che procurava il nutrimento, ma le impressioni che giungevano dall’esterno determinavano in ciascuno ancora più scompiglio, quando il corpo incontrasse dall’esterno un fuoco estraneo, o anche la solidità della terra o anche l’umido scorrere delle acque, o fosse sorpreso dal turbine dei venti portati dall’aria, e quando i movimenti causati da tutti questi fenomeni, attraverso il corpo, colpissero l’anima”
A. Spiegazione generale
I. Perché le difficoltà per il neonato
II. L’anima stessa non è posta in difficoltà
B. Spiegazione dei dettagli

“e tutti questi movimenti, in seguito, furono chiamati sensazioni per queste ragioni, e ancora adesso così si chiamano.”
Spiegazione generale

“le sensazioni, procurando anche allora moltissimo e grandissimo movimento, e, insieme al ramo del fiume che continuamente fluisce, muovendo e scuotendo con violenza i circoli dell’anima, impedirono completamente, scorrendo in direzione opposta, il circolo dell’identico, e proibirono che dominasse e progredisse nel suo corso, e in seguito turbarono anche il circolo del diverso”
I. Spiegazione generale
II. Critica di Plotino e di Teodoro
III. In che senso l’anima è legata

“in tal modo i tre intervalli doppi e tripli, ed i medi ed i legami emioli, epitriti ed epogdooi, non potendo essere del tutto sciolti se non da chi li aveva legati, esse li contorsero in tutte le direzioni e provocarono tutte le fratture e le deviazioni che erano possibili”
Spiegazione generale

“in modo che quei circoli, stando appena uniti fra loro, si muovevano, ma si muovevano senza criterio logico, ora in senso contrario, ora in senso obliquo, ora supini”
Introduzione
I. Le tre ‘passioni’ nella ragione
II. Le tre ‘passioni’ nell’irrazionale

“come quando un uomo supino, appoggiato il capo a terra e sollevando in alto i piedi, si mette di fronte a qualcuno, allora in questa posizione di chi si trova in tale condizione e di chi lo osserva, la destra sembra la sinistra e la sinistra la destra, a seconda delle rispettive posizioni dei due osservatori. Quando dunque i circoli subiscono il violento impatto di questi turbamenti e di altri simili, e quando si imbattono in qualcuno degli oggetti esterni appartenenti al genere dell’identico o del diverso, allora, chiamando in modo contrario alla verità ciò che è identico o diverso rispetto a qualcosa, diventano falsi ed insensati”
A. Spiegazione generale
B. Spiegazione del dettaglio

“e non vi è in essi nessun circolo che governi o che faccia da guida agli altri”
Spiegazione generale

“Quando poi alcune sensazioni, provenendo dall’esterno, si abbattono su questi circoli e trascinano con sé anche tutto l’involucro dell’anima, allora, benché essi siano dominati, sembrano dominare.”
Spiegazione generale

“A causa di tutte queste impressioni esterne, l’anima, adesso come in principio, non appena si lega al corpo mortale, diventa insensata.”
Spiegazione generale

9. Ruolo dell’educazione
“Quando però il flusso di ciò che serve a far crescere e nutrire giunge con minore intensità, e i circoli dell’anima, ripresa la calma, vanno di nuovo per la loro strada, e si rinsaldano con il passare del tempo, allora le orbite di ciascun circolo, procedendo ormai secondo il loro corso naturale e correggendosi, chiamano in maniera corretta l’altro ed il medesimo e rendono assennato chi le possiede.”
A. Spiegazione generale
2. Teoria di Galeno e critica
B. Spiegazione del dettaglio

“se poi interviene una retta educazione ed istruzione, l’individuo, liberato dalla più grande malattia, diventa integro e perfettamente sano”
Spiegazione generale

“ma se non presta attenzione, percorrendo zoppicando il cammino della vita, ritorna nell’Ade imperfetto ed insensato.”
Spiegazione generale

10. Struttura del corpo umano
“Ma questo arriverà alla fine, nell’occasione più opportuna. Intanto dobbiamo spiegare con maggior precisione ciò che ora è stato proposto”
Spiegazione generale

“ossia, si deve innanzitutto parlare della generazione dei singoli corpi e dell’anima, ed in base a quali ragioni e pensieri degli Dei essi furono generati: questo bisogna trattare, seguendo la ragione più verosimile e procedere così lungo questa strada.”
A. Spiegazione generale
B. Spiegazione del dettaglio
1. αἰτίας καὶ προνοίας θεῶν
2. τοῦ μάλιστα εἰκότος

Ultimo frammento

Calendario Religioso – Maimakterion – Μαιμακτηριών

V Mese del Calendario, III anno della 698° Olimpiade – sacro a Zeus – inizio ‘ufficiale’ della Stagione Invernale

E’ il mese che segna l’inizio ‘ufficiale’ della stagione invernale ed è definito in modo specifico “mese invernale” (Ulp. 35, Olynth. 3, 603); è anche il mese di cui sono note meno celebrazioni religiose (Maimakteria e Pompaia, entrambe in onore di Zeus- le date di entrambe sono incerte) e per cui il calendario di Erchia non segna alcun sacrificio; poche, rispetto agli altri mesi, anche le riunioni dell’assemblea.

Il fregio del calendario mostra appunto un uomo avvolto nel mantello (la personificazione del mese), l’aratura sacra e la semina (si concludono definitivamente i lavori per i campi), ed infine il segno zodiacale del Sagittario.

Il nome del mese d’altra parte rimanda alle tempeste e all’inclemenza del tempo in questa stagione: ‘che si precipita furiosamente; che sconvolge; mosso a furore; agitarsi fortemente’ (Hesych. s.v. μαιμαί, μαίμαξ, μαιμάσασα, μαιμάσσει); il nome deriva decisamente dal verbo ‘maimasso‘, infuriare, slanciarsi furiosamente, e Maimaktes è un epiteto di Zeus che significa appunto ‘Tempestoso, Furioso, Violento’. Da notare inoltre che si tratta del mese che precede il Solstizio d’Inverno. “Questo è il quinto mese ateniese. Prende il nome da Zeus Maimaktes. Questo aggettivo significa impetuoso e agitato. Con l’inverno che inizia in questo mese, l’aria è agitata e mutevole.” (Suda e Harp. s.v. maimakterion; Anecd. Bekker 280, 27)

[Maimakteria, Pompaia]

Calendario Religioso dell’Attica – Maimakterion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

Dal tramonto del 18 Novembre, VII giorno – Ἑβδόμη Ἱσταμένου
Giorno più probabile per la celebrazione delle Maimakteria in onore di Zeus.

Dal tramonto del I Dicembre, XX giorno – Εἰκοστή/ Εἰκὰς/ Εἰκοσάδες
Sacrificio a Zeus Georgos

Dal tramonto del 2 Dicembre, XXI giorno – Δεκάτη Ὑστέρα/ Δεκάτη Φθίνοντος/ Μετεικὰς/ Ἀμφιδεκάτη
Giorno più probabile per la celebrazione delle Pompaia.

Dal tramonto del 6 Dicembre, XXV giorno – Ἕκτη Φθίνοντος/ Ἕκτη μετ’εἰκάδας
Banchetto funebre per i defunti gloriosi di Platea

Dal tramonto dell’11 Dicembre Dicembre, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Banchetto di Hekate, Ἑκάτης δεῖπνον

 

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Epiteti e Titoli di Demetra – V parte (Ποτηριοφόρος – Ὡρηφόρος)

EPITETI E TITOLI DI DEMETRA – V parte (Ποτηριοφόρος – Ὡρηφόρος)

[Traduzione; spiegazione; fonti]

Ποτηριοφόρος
Πότνια
Πουλυμέδιμνος
Πουλυφόρος
Προηροσία
Προσηνής
Προστασία
Πρόσυμνα
Πυλαία – Πυλαίη
Πυργοφόρος
Πυροφόρος
Πυρφόρος
Ραριάς
Σεμνὴ
Σεμνοτάτη
Σιτοῦς
Σπερμεία
Σταχυηκόμος
Σταχυοπλόκαμος
Σταχυοστέφανος
Σταχυοτρόφος
Στιρίτιδος
Συνέστιος
Σωρῖτις
Σώτειρα
Ταυροπόλος
Τεκοῦσα
Τιλφωσσαίη
Τιμάοχος
Τρίλλιστος
Ὑποζεύξασα
Φαινομένη
Φερέσβιος
Φερέσταχυς
Φίλα – Φίλη
Φιλάνθρωπος
Φιλόπυρος
Φιλότεκνος
Φοινικόπεζα
Φύλακα
Φυσίζωος
Χαίρουσα
Χαλκόκροτος
Χαμύνη
Χθονία – η
Χλόη
Χλοόκαρπος
Χρυσάορος
Ὡρηφόρος