Proclo, Commento al Parmenide, I Libro [640.15-668.30]

10659284_10205095106243889_6882184619317776921_n

DOCUMENTO PDF ONLINE

  • Il Fine del dialogo secondo Siriano e Proclo
  • Grandi e Piccole Panatenee – Parmenide e Timeo
  • I personaggi – analogie
  • Lo stile del dialogo – analogie
  • I diversi modi in cui si possono esprimere gli Esseri Divini
  • La Dialettica
  • Il Legislatore e la Dialettica
  • Le tre attività della Dialettica
  • I prologhi dei dialoghi platonici – come vanno analizzati

Non appena giungemmo ad Atene, provenendo da casa nostra, ovvero da Clazomene, sulla piazza incontrammo Adimanto e Glaucone.” [126 A 1-2]

  • Filosofi dell’Italia e della Ionia – Socrate e Platone
  • Italia, Ionia e Atene
  • Uno, Diade e Molteplicità divina
  • Analogie deducibili dai personaggi, altri dettagli
  • Dei e Daimones, altre analogie
  • Agathe Tyche
  • Lo stile del dialogo

Cefalo, dimmi se hai bisogno di qualcuno degli abitanti del luogo, sui quali esercitiamo la nostra influenza».” [126 A 2-4]

  • I Doveri
  • La classe demonica e le anime – l’elevazione e la gioia

Rivista Hellenismo – XXXIX

cov

TRENTANOVESIMO NUMERO DELLA RIVISTA ONLINE HELLENISMO – LINK DOCUMENTO PDF ONLINE

INDICE

Il Giardino della Eranné
Perennitas – I pericoli del neo-esoterismo e le facili “iniziazioni”
Breve excursus sui rapporti tra Eleusi e Roma – dialoghi fra Simposiasti
Epiteti e Titoli di Plutone (Ζειροφόρος – Ψυχοφθόρος)
Figlie delle Muse. Donne nell’arte in età greco-romana
Storia della Pars Occidentis nel V secolo – una riflessione
Hic sunt leones. Alcuni esempi di presenza romana nell’Africa nera

Appendice

Proclo, “Commento al Parmenide” – I Libro, Introduzione – I parte (617 – 640.15)

Proclo, Commento al Parmenide, I Libro, introduzione, I parte

Raffaello,_concilio_degli_dei_02

Documento pdf online

Prego tutti gli Dei e tutte le Dee di guidare il mio intelletto nella presente contemplazione (θεωραν) e, dopo aver fatto risplendere in me la rifulgente luce della verità, di sviluppare la mia facoltà di comprensione (δινοιαν) per giungere alla scienza stessa (ἐπιστήμην) degli Esseri, di aprire i portali della mia anima in modo che essa possa ricevere l’insegnamento divinamente ispirato di Platone e, avendo ancorato la mia facoltà conoscitiva in ciò che vi è di più luminoso dell’Essere (τὸ φανότατον τοῦ ὄντος – cf. Rep. VII 518c9), di liberarmi da tutta la conoscenza apparente/illusoria (δοξοσοφίας) e dall’erranza fra ciò che non è attraverso lo studio esclusivamente intellettivo degli Enti, attraverso i quali solamente l’occhio dell’anima è nutrito ed irrigato, come afferma Socrate nel Fedro. Prego gli Dei Noetici di accordarmi un intelletto perfetto, gli Dei Noerici una potenza elevante (δύναμιν ἀναγωγὸν), gli Dei Sovrani del Cosmo, che sono al di sopra del Cielo, una attività distaccata (ἐνέργειαν ἀπόλυτον) e separata dalle conoscenze materiali, gli Dei che hanno ricevuto in sorte il Cosmo una vita alata (cf. le ali dell’anima, Phaedr. 246C1 ss. e in Tim. III p. 296.25), i cori degli Angeloi una rivelazione veridica delle cose divine, i buoni Daimones la pienezza dell’ispirazione che proviene dagli Dei, infine gli Eroi uno stato d’animo magnanimo, sacro e sublime. Prego tutte le classi degli Dei senza eccezione di porre in me una perfetta disposizione per partecipare alla dottrina del tutto epoptica e mistica (ἐποπτικωτάτης-μυστικωτάτης) che Platone ci rivela nel Parmenide, con la profondità adeguata a simili realtà, e che ha spiegato per esteso con le sue purissime intuizioni colui che veramente si è imbevuto con Platone dell’ebbrezza dionisiaca (συμβακχεύσας), colui che ha preso parte al banchetto della verità divina e che è per noi divenuto Maestro in questa dottrina e realmente Ierofante di questi insegnamenti divini. Di lui, direi volentieri che è venuto fra gli uomini come modello della filosofia, per apportare i suoi benefici alle anime che dimorano quaggiù similmente alle statue di culto, ai riti e a tutto il culto stesso, e per essere guida alla salvezza (σωτηρίας ἀρχηγὸν) sia per gli uomini del nostro tempo sia per coloro che verranno in seguito.
Che gli Esseri che ci sono superiori ci siano propizi e possa il loro dono far brillare prontamente su di noi anche la luce elevante (
ἀναγωγὸν φῶς).”

 

Calendario Religioso, Hekatombaion – Ἑκατομβαιών

I Mese del Calendario, I anno della 699° Olimpiade – sacro ad Apollo (Hekatombaia) – primo mese dopo il Solstizio Estivo.
“Hekatombaion: questo era infatti il primo mese”, il “primo mese degli Ateniesi” (schol. Dem. Timocr. 707. 17; Anecd. Bekk. 247.1). “Nuova Noumenia: il primo giorno dell’anno. Che è Noumenia del mese Hekatombaion.” (Phot. Lex. 201)

 

[Aphrodisia, Herakleia Marathonos, Hekatombaia, Kronia, Synoikia, Panathenaia]

536670_269938306440740_2012843498_n

Calendario Religioso dell’Attica – Hekatombaion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 25 Giugno – I giorno, Νουμηνία
Primo giorno dell’Anno
Εἰσιτήρια-Inaugurazione: sacrificio dei nuovi magistrati per Zeus Boulaios e Atena Boulaia.

– Dal tramonto del 28 Giugno, IV Quarto giorno- Τετρὰς Ἱσταμένου
Aphrodisia, in onore di Aphrodite Pandemos e Peitho.
Hanno anche inizio i lavori in Eleusi, in vista dei Misteri Maggiori di Boedromion.

– Dal tramonto del 30 Giugno, VI giorno – Ἓκτη Ἱσταμένου
Nascita di Alessandro.

– Dal tramonto del I Luglio, VII giorno – Ἑβδόμη Ἱσταμένου
Hekatombaia: onori ad Apollo Hekatombaios;
sacrificio ad Apollo Apotropaios (Tetrapoli di Maratona)

– Dal tramonto del 2 Luglio, VIII giorno – Ὀγδόη Ἱσταμένου
Arrivo di Teseo ad Atene.

– Dal tramonto del 6 Luglio, XII giorno- Δωδεκάτη
Kronia, dedicate a Kronos e alla Madre degli Dei- sacrificio pubblico, banchetti privati.

– Dal tramonto del 9 Luglio, XV giorno – Πέμπτη Μεσοῦντος
Luna Piena

– Dal tramonto del 10 Luglio, XVI giorno – Ἕκτη Μεσοῦντος
Sacrifici preliminari a Zeus Phratrios e Athena Phratria;
Synoikia/Metoikia, si celebra il Synoikismos dell’Attica;
Sacrifici ad Athena ed Eirene.

– Dal tramonto dell’11 Luglio, XVII giorno – Ἑβδόμη Μεσοῦντος
Sacrifici degli Orgeones all’Eroe Echelos e alle Eroine.

– Dal tramonto del 12 Luglio, XVIII giorno – Ὀγδόη Μεσοῦντος
Sacrifici degli Orgeones all’Eroe Echelos e alle Eroine.

– Dal tramonto del 15 Luglio, XXI giorno – Μετεικὰς
Onori ad Artemis e alla Kourotrophos (Erchia)

– Dal tramonto del 21 Luglio, XXVII giorno- Τετρὰς Φθίνοντος
Panathenaia- giorno dedicato alle Evandria, agli agoni equestri e alla danza pirrica.

– Dal tramonto del 22 Luglio, XXVIII giorno- Τρίτη Φθίνοντος
Panathenaia- lampadedromia, pannychis, la grande processione, ecatombe.

– Dal tramonto del 23 Luglio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Banchetto di Hekate.

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Calendario Religioso, Skirophorion – Σκιροφοριών

XII Mese del Calendario, IV anno della 698° Olimpiade –  sacro ad Atena (Skira) mese del Solstizio Estivo

[Arrephoria, Skirophoria/Skira, Bouphonia/ Diipoleia, Diisoteria, (Adonia)]

“Dodicesimo mese degli Ateniesi” (Phot. s.v. Suda s.v.), ultimo mese del calendario dell’Arconte Basileus. “Skira, festa presso gli Ateniesi da cui viene anche il mese Skirophorion.” (schol. Eccl. 18; Phot. s.v. skiron)
“E’ il nome di un mese degli Ateniesi; è così chiamato per il fatto che Teseo portò skira, ossia gesso. “poiché Teseo, tornando dal Minotauro, fece una statua di Atena in gesso e la portò con sé, e poiché fece ciò in questo mese, è chiamato Skirophorion.” (Et. Magn. s.v.)

406082_311472642287306_487682211_n

Calendario Religioso dell’Attica – Skirophorion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 27 Maggio, II giorno- Δευτέρα Ἱσταμένου
Riunione dei Thiasotai di Bendis a Salamina.
Sacrificio ad Atena e alla Kourotrophos e ad Aglauro (Calendario di Nicomaco)

– Dal tramonto del 28 Maggio, III giorno – Τρίτη Ἱσταμένου – Τριτομηνίς
Arrephoria, o Hersephoria, per Athena Poliade- azioni delle Arrephore, gioco della palla, sacrificio sull’Acropoli, preparazione del pane ‘anastatos’;
sacrifici ad Athena, Zeus e Poseidone;
sacrifici alla Dea Kourotrophos, Athena Polias, Aglauro, Zeus Polieus, Poseidon e forse a Pandrosos (Erchia)

– Dal tramonto del 31 Maggio, VI giorno – Ἓκτη Ἱσταμένου
Incontro dei Nomothetai riguardo questioni religiose.

– Dal tramonto del 2 Giugno, VIII giorno – Ὀγδόη Ἱσταμένου
Incontro degli orgeones di Bendis.

– Dal tramonto del 3 Giugno, IX giorno – Ἑνάτη Ἱσταμένου
Sacrificio preliminare a Eracle, agli Eroi, ai Tritopatores e alle Hyakinthides

– Dal tramonto del 6 Giugno, XII giorno- Δωδεκάτη
Skirophoria, e Skira rurali- per Athena Skira, Poseidone Phytalmios e le Due Dee Eleusine- ‘festa che contiene Misteri’; apopompé dall’Acropoli verso Skiron; riunione delle donne per costume ancestrale- banchetti femminili, digiuno degli uomini a Skiron- gioco dei dadi.
Sacrificio ai Tritopatores a Maratona.
Battaglia di Mantinea.

– Dal tramonto dell’8 Giugno, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος
Bouphonia/ Diipoleia, in onore di Zeus Polieus- processione sull’Acropoli, sacrificio del bue, banchetto, istituzione del ‘processo’ al Prytaneion

– Dal tramonto del 9 Giugno, XV giorno – Πέμπτη Μεσοῦντος
Luna Piena

– Dal tramonto del 21 Giugno, XXVII giorno- Τετρὰς Φθίνοντος
Solstizio Estivo

– Dal tramonto del 23 Giugno, XXIX Ventinovesimo giorno- Δευτέρα Φθίνοντος
Sacrificio a Zeus Soter e Athena Soteira
Ultimo giorno dell’anno

– Dal tramonto del 24 Giugno, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Epiteti e titoli di Plutone – IV parte (Ὀβριμόθυμος – Ψυχοφθόρος)

602925_341052575995979_588723028_n

EPITETI E TITOLI DI PLUTONE [LINK DOCUMENTO PDF ONLINE]

“il nome Haides è così lontano da derivare da ἀειδές, ‘l’invisibile’, ma è ben più probabile che, da εἰδέναι, dal ‘sapere’ Lui ogni cosa bella, dal legislatore fu chiamato Haides.” (Platone, Cratilo 403a-404b)

– Ὀβριμόθυμος
– Ὁμόσπορος
– Οὐδαῖος
– Πάγκοινος
– Παγκοίτης
– Παμφάγος
– Πανδαμάτωρ
– Πανδοκεύς/Πάνδοχος
– Πάνσοφος
– Παντοβαρὴς
– Παντοκράτωρ
– Παντοφάγος/Πανφάγος
– Πανυπέρτατος
– Πατροκασίγνητος
– Πελώριος
– Πένθιμος
– Πικρός
– Πιστός
– Πλουτοδοτῶν
– Πολύαρχος
– Πολυδάκρυος
– Πολυδέγμων
– Πολυδέκτης
– Πολύκλαυτος
– Πολύκοινος
– Πολύμοχθος
– Πολύξενος
– Πολυσημάντωρ
– Πολυώνυμος
– Πόντιος
– Πόσις
– Πρηΰς
– Προῦπτος
– Πτερωτός
– Πυλάρτης
– Σκηπτοῦχος
– Στυγερός
– Στυγνός
– Σωτὴρ
– Ταμίας
– Ταχὺς
– Τίμιος
– Τύραννος
– Υἱός
– Ὑπείροχος
– Ὑπέρθυμος
– Ὑποχθόνιος
– Ὑψιμέδων
– Φθονερός
– Φόνιος
– Φόρκος
– Φυτηκόμος
– Χαίρων
– Χαμαίζηλος
– Χθόνιος
– Χρυσάνιος
– Ψυχοφθόρος

Calendario Religioso, Thargelion – Θαργηλιών

XI Mese del Calendario, IV anno della 698° Olimpiade –  sacro ad Artemide ed Apollo (Thargelia) – mese del primo raccolto
“Il nome è dato dalle thargelia, e thargelia sono tutti i frutti che sorgono dalla terra.” (Et. Magn. s.v.) Esichio concorda e amplia il quadro: “Thargelia: una festa in onore di Apollo e l’intero mese sacro al Dio; alle Thargelia offrono e portano in processione i primi frutti di tutto ciò che cresce, e questi essi chiamano Thargelia, il mese essendo conosciuto come Thargelion. Le Thargelia introducono la mietitura; in Ionia e ad Atene il primo raccolto viene celebrato con questa festa.”

[Thargelia, Bendideia, Plynteria, Kallynteria]

ap

Calendario Religioso dell’Attica – Thargelion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 30 Aprile, IV Quarto giorno- Τετρὰς Ἱσταμένου
Sacrifici a Leto, Apollo Pythios e Apollo Paion, Zeus, Hermes ed i Dioscuri (Erchia)

– Dal tramonto del 2 Maggio, VI giorno – Ἓκτη Ἱσταμένου
Nascita di Artemide.
Thargelia- in onore di Artemide, Apollo, Helios e le Horai;
sacrificio a Demetra Chloè sull’Acropoli;
purificazione della Città- espulsione dei pharmakoi;
caduta di Troia; vittorie di Maratona e Platea; sconfitta di Dario ad opera di Alessandro.
Nascita di Socrate.

– Dal tramonto del 3 Maggio, VII giorno – Ἑβδόμη Ἱσταμένου
Nascita di Apollo.
Nascita di Platone.
Thargelia- in onore di Artemide, Apollo, Helios e le Horai;
processione e sacrifici per festa delle Thargelia en Kepoi;
offerta del ‘thargelos’, preparazione della ‘panspermia’;
giorno dell’Eiresione; agoni di cori ciclici.
Coloro che sono stati adottati vengono iscritti nella phratria.

– Dal tramonto del 10 Maggio, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος
Luna Piena

– Dal tramonto del 12 Maggio, XVI giorno – Ἕκτη Μεσοῦντος
Sacrificio a Zeus Epakrios (sull’Imetto)

– Dal tramonto del 15 Maggio, XIX giorno- Ἐνάτη Μεσοῦντος
Bendideia, festival in onore di Bendis- processioni dal Pritaneo al Pireo, Mounychia.
Sacrificio a Menedeius (Erchia)

– Dal tramonto del 16 Maggio, XX giorno – Εἰκὰς
Bendideia, festival in onore di Bendis (dal tramonto/inizio del giorno)- banchetto serale;
sacrificio di buoi; pannychis, celebrazione notturna; gara a cavallo con fiaccole.

– Dal tramonto del 21 Maggio, XXV giorno – Ἕκτη Φθίνοντος
Plynteria- lavacri e vestizione; processione; sacrifici ad Athena nei demi attici (Erchia, Torico etc.)
“Gli Ateniesi considerano questo giorno come il più sfortunato di tutti per qualsiasi genere di azione.” Tutti i templi vengono chiusi. Nessuna discussione circa i pubblici affari fino al giorno successivo alle Kallynteria.

– Dal tramonto del 22 Maggio, XXVI giorno – Πέμπτη Φθίνοντος
Un ariete per Achaia (Demetra) – Tetrapoli e Maratona

– Dal tramonto del 24 Maggio, XXVIII giorno- Τρίτη Φθίνοντος
Kallynteria

– Dal tramonto del 25 Maggio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ