Epiteti e titoli di Plutone – III parte [Ζειροφόρος – Νύχιος]

cov

EPITETI E TITOLI DI PLUTONE [LINK DOCUMENTO PDF ONLINE]

“il nome Haides è così lontano da derivare da ἀειδές, ‘l’invisibile’, ma è ben più probabile che, da εἰδέναι, dal ‘sapere’ Lui ogni cosa bella, dal legislatore fu chiamato Haides.” (Platone, Cratilo 403a-404b)

– Ζειροφόρος
– Ζεὺς ἄλλος – Ζεὺς χθόνιος – καταχθόνιος
– Ζοφερός
– Ἡγεσίλαος – Ἡγησίλεως
– Θανάσιμος
– Ἱερώτατος
– Ἵφθιμος
– Καταιβάτης
– Καταχθόνιος
– Κελαινότατος
– Κηδεμών
– Κλειδοῦχος
– Κλύμενος
– Κλυτόπωλος
– Κοινός
– Κοίρανος
– Κρατερός
– Κρονίδης
– Κρυερὸς
– Κρυόεις
– Κυάνεος
– Κυανοχαίτης
– Κύριος
– Λυγρός
– Λυσιμελὴς
– Μάκαρ
– Μεγας
– Μελαγχαίτας
– Μελανείμων
– Μέλας
– Μυκάμων
– Ναίων
– Νεκροδέγμων
– Νέρτερος
– Νηλειὴς
– Νικῶν πάντα
– Νυμφίος
– Νύχιος

Teologia Platonica- III Libro, capitoli 20- 28

Sintesi e analisi della Teologia Platonica del divino Proclo.

Libro III, capitolo 20
“Che anche dai discorsi del “Sofista” è possibile scoprire i tre ordinamenti  intelligibili; in questo capitolo si dice cosa è l’Uno-che-è, che cosa l’Intero, che cosa il Tutto.”

Libro III, capitolo 21
“Ricapitolazione delle cose dette a proposito delle Triadi intelligibili, e richiami desunti dai testi di Platone al fatto che è possibile dividerle in “Padre”, “Potenza” ed “Intelletto”.

Libro III, capitolo 22
“In che senso nel “Fedro” viene affermato che tutta la realtà divina è bella, sapiente e buona, e quali sono i triplici elementi di ciascuno di questi attributi che Platone tramanda; e come da questi elementi è possibile arrivare a cogliere l’unità ed al contempo la distinzione delle Triadi Intelligibili.”

Libro III, capitolo 23
“Come Parmenide tramanda la molteplicità degli Dei nella seconda ipotesi, e come tratteremo di ciascun ordinamento, limitandoci alle conclusioni lì raggiunte.”

Libro III, capitolo 24
“Quale è la prima Triade secondo Parmenide, e da dove ha inizio e fino a che punto egli proceda nell’illustrare la sua natura.”

Libro III, capitolo 25
“Quale è la seconda Triade e come viene tramandata da Parmenide, che essa è contigua a quella che la precede, e fino a che punto egli ha portato avanti il discorso che la concerne.”

Libro III, capitolo 26
“Quale è la terza Triade e come Parmenide la ha rivelata attraverso la terza conclusione.”

Libro III, capitolo 27
“Discorso generale sulle tre conclusioni, attraverso le quali vengono caratterizzati i tre ordinamenti degli Intelligibili, e come attraverso queste è possibile risolvere le più difficili questioni teologiche.”

Libro III, capitolo 28
“Esaltazione degli Dei Intelligibili, che rivela al contempo sia la loro unione al Bene sia la loro realtà che trascende gli intelligibili stessi.”