Rivista Hellenismo – XXXVII

cov

Trentasettesimo numero della rivista online ‘Hellenismo’

Link documento pdf

 

INDICE

Epiteti e Titoli di Demetra – (Ποτηριοφόρος – Ὡρηφόρος)
Imagines Deorum. Hekate
Il Dio Anubis: iconografia ed epiteti, III parte
Imagines Deorum. Kore/Persephone – Phersipnai – Proserpina
Artemide: Flora sacra e feste
Cupio tubam, eculeum…giochi di bimbi nel mondo romano
Imagines Deorum. Dioniso – Phuphluns – Baccus
Per un latino vivo e parlato – II parte

Proclo – Inni. Traduzione e Commento. Una breve presentazione

Appendice pdf “Commento al Timeo”
1. Commento al Timeo, V Parte – Discorso del Demiurgo, II sezione
2. Commento al Timeo, V parte – Creazione delle anime da parte del Demiurgo
3. Commento al Timeo, V parte – Le Leggi Fatali imposte alle anime
4. Commento al Timeo, V parte – Sezioni conclusive

Advertisements

Commento al Timeo – Il Tempo e gli Astri – II sezione

Commento al Timeo [link documento pdf] del divino Proclo.

cc

Il Tempo e gli Astri – II sezione
ἡ μὲν οὖν τοῦ ζῴου φύσις ἐτύγχανεν οὖσα αἰώνιος͵ καὶ τοῦτο μὲν δὴ τῷ γεννητῷ παντελῶς προσάπτειν οὐκ ἦν δυνατόν· εἰκὼν δ΄ ἐπενόει κινητόν τινα αἰῶνος ποιῆσαι͵ καὶ διακοσμῶν ἅμα οὐρανὸν ποιεῖ μένοντος αἰῶνος ἐν ἑνὶ κατ΄ ἀριθμὸν ἰοῦσαν αἰώνιον εἰκόνα͵ τοῦτον ὃν δὴ χρόνον ὠνομάκαμεν. “Come dunque esso è un essere vivente eterno, così, per quanto gli era possibile, cercò di rendere tale anche questo tutto. Dunque la natura di quell’essere è eterna, e questo non era possibile applicarlo completamente a questo mondo generato: pensò allora di realizzare un’immagine mobile dell’eternità, e, ordinando il cielo, fa dell’eternità che rimane nell’unità un’immagine eterna che procede secondo il numero, e che noi abbiamo chiamato tempo.”

B. Spiegazione dei dettagli
–  μένοντος αἰῶνος ἐν ἑνὶ
–  ἐτύγχανεν οὖσα
–  τῷ γεννητῷ … οὐκ ἦν δυνατόν
–  εἰκὼν
–  ἐπενόει
–  εἰκὼν δὲ … κινητόν τινα αἰῶνος

C. Il problema del Tempo
C.I. Nozioni errate a proposito del Tempo
1. Né visione dello spirito né accidente
2. Né prodotto né qualità dell’Anima
C.II. Che cosa è il Tempo
C.III. Critica alla dottrina dei Fisici
C.IV. In che modo il Tempo mobile è immagine dell’Eternità

Commento al Timeo – Il Tempo e gli Astri – I sezione

Commento al Timeo del divino Proclo.

Il Tempo e gli Astri – I sezione

Ottavo Dono del Dio al Cosmo: il Tempo e gli Astri

Ὡς δὲ κινηθὲν αὐτὸ καὶ ζῶν ἐνόησεν τῶν ἀϊδίων θεῶν γεγονὸς ἄγαλμα ὁ γεννήσας πατήρ͵ ἠγάσθη τε καὶ εὐφρανθεὶς ἔτι δὴ μᾶλλον ὅμοιον πρὸς τὸ παράδειγμα ἐπενόησεν ἀπεργάσασθαι. καθάπερ οὖν αὐτὸ τυγχάνει ζῷον ἀίδιον ὄν͵ καὶ τόδε τὸ πᾶν οὕτως εἰς δύναμιν ἐπεχείρησε τοιοῦτον ἀποτελεῖν.  “Non appena il Padre che lo aveva generato osservò muoversi e vivere questo Mondo che era stato fatto ad immagine degli eterni Dei, si rallegrò e pieno di gioia pensò di renderlo ancora più simile al Modello. Come dunque esso è un essere vivente eterno, così, per quanto era possibile, cercò di rendere tale anche questo Tutto.”
A. Spiegazione generale
B. Spiegazione dei dettagli

ἡ μὲν οὖν τοῦ ζῴου φύσις ἐτύγχανεν οὖσα αἰώνιος͵ καὶ τοῦτο μὲν δὴ τῷ γεννητῷ παντελῶς προσάπτειν οὐκ ἦν δυνατόν· εἰκὼ δ΄ ἐπενόει κινητόν τινα αἰῶνος ποιῆσαι͵ καὶ διακοσμῶν ἅμα οὐρανὸν ποιεῖ μένοντος αἰῶνος ἐν ἑνὶ κατ΄ ἀριθμὸν ἰοῦσαν αἰώνιον εἰκόνα͵ τοῦτον ὃν δὴ χρόνον ὠνομάκαμεν. “Come dunque esso è un essere vivente eterno, così, per quanto gli era possibile, cercò di rendere tale anche questo tutto. Dunque la natura di quell’essere è eterna, e questo non era possibile applicarlo completamente a questo mondo generato: pensò allora di realizzare un’immagine mobile dell’eternità, e, ordinando il cielo, fa dell’eternità che rimane nell’unità un’immagine eterna che procede secondo il numero, e che noi abbiamo chiamato tempo.”
A. Spiegazione generale
I. Introduzione
II. Tempo ed Eternità
1. Secondo Aristotele
2. Secondo Platone e Proclo
2a. Eternità e Vivente-in-sé
2b. Eternità e Generi dell’Essere
2c. Che cos’è l’Eternità

Rivista Hellenismo – Trentesimo numero

Trentesimo numero della rivista online ‘Hellenismo’

Link documento pdf

Indice

Dalle scorse Lenaia ad Anthesterion …
Tre scritti sulla Giustizia: Dike, Nomos e Dikaiosyne
Hermes: cenni teologici e culto
Romano Ritu: Libagioni, I parte – Torte dolci e salate
Per un latino vivo e parlato – I parte
Il Dramma Sacro del mito di Horus dal Tempio di Behdet
Il regno di Baal. Alcune considerazione sui Ba’alin fenici nell’Africa punica

Appendice PDF
Proclo,Commento al Timeo

Appendice Iconografica
Per il mese dei Misteri Minori…

 

Commento al Timeo – “Le attività dell’Anima”

Sintesi- analisi del Commento al Timeo del divino Proclo.

945369_379074425527127_36513285_n

II Parte – L’Anima del Cosmo

VI sezione: le attività dell’Anima

– “Dopo che tutta la struttura dell’anima fu generata secondo il pensiero del suo artefice, compose allora dentro di essa tutta la parte corporea
– Spiegazione generale
– Spiegazione dei singoli termini

– “e li congiunse/mise in armonia facendo coincidere i due centri (centro a centro)
Spiegazione generale

– “e l’anima, estendendosi dal centro in ogni direzione fino all’estremità del cielo e avvolgendolo esternamente tutto intorno, per poi rivolgersi essa stessa in se stessa, diede origine ad un inizio/principio divino di vita incessante ed intelligente per tutta la durata del tempo.
I.  διαπλακεῖσα, περικαλύψασα e στρεφομένη
1. Considerazioni generali
2. Soluzione di una aporia
II.  θείαν ἀρχὴν ἤρξατο
III. ἀπαύστου καὶ ἔμφρονος βίου
IV. πρὸς τὸν σύμπαντα χρόνον
1. Esposizione generale
2. Problemi e soluzioni [“ci si deve ora interrogare sulla causa che ha prodotto nell’Anima un movimento transitorio, un’intellezione non stabile come quella dell’Intelletto, e perché mai vi sia il tempo e non l’eternità”; “come è possibile che, non avendoci ancora trasmesso alcun insegnamento sulla nascita del tempo, Platone abbia già affermato che l’Anima vive per tutta la durata del tempo?”]
V. Conclusione

– καὶ τὸ μὲν δὴ σῶμα ὁρατὸν οὐρανοῦ γέγονεν͵ αὐτὴ δὲ ἀόρατος μέν͵ λογισμοῦ δὲ μετέχουσα καὶ ἁρμονίας ψυχή τῶν νοητῶν ἀεί τε ὄντων, ὑπὸ τοῦ ἀρίστου ἀρίστη γενομένη τῶν γεννηθέντων.   [Tre traduzioni possibili di questo passo: la virgola si pone dopo ὄντων e non dopo ψυχή perché Proclo fa dipendere τῶν νοητῶν ἀεί τε ὄντων da ψυχή – segnalando poi anche le altre due costruzioni possibili, ossia, dipendente da τοῦ ἀρίστου oppure come apposizione di λογισμοῦ δὲ μετέχουσα καὶ ἁρμονίας. Comunque, sulla prima frase non c’è dubbio: “Ed il corpo del Cielo fu generato visibile, ma l’anima invisibile”]
I. Prima costruzione – con ψυχή
II. Seconda costruzione – con τοῦ ἀρίστου
III. Terza costruzione – con λογισμοῦ

– “Dunque, poiché essa risulta dalla mescolanza di queste tre parti, ossia dalla natura dell’Identico, da quella del Diverso e dall’Essenza, ed essendo divisa e collegata in modo ben proporzionato, e compiendo un movimento circolare in se stessa, quando viene in contatto con qualcosa che abbia essenza corrutibile o indivisibile, muovendosi tutta quanta in sé, dice
A. Spiegazione generale
B. Spiegazione dei singoli termini

– ὅτῳ τ΄ ἄν τι ταὐτὸν ᾖ καὶ ὅτου ἂν ἕτερον͵ πρὸς ὅτι τε μάλιστα καὶ ὅπῃ καὶ ὅπως καὶ ὁπότε συμβαίνει κατὰ τὰ γιγνόμενά τε πρὸς ἕκαστον ἕκαστα εἶναι καὶ πάσχειν καὶ πρὸς τὰ κατὰ ταὐτὰ ἔχοντα ἀεί.   [anche qui, come per il passo precedente, vi sono tre possibili traduzioni, che Proclo stesso illustrerà nel seguito]
I. Come costruire la frase
II. Spiegazione generale e dei dettagli

– “Questo ragionamento/discorso diviene allo stesso modo/nello stesso istante vero sia che si riferisca a quello che è il diverso sia a quello che è il medesimo, procedendo in ciò che si muove da sé senza voce né suono.
Spiegazione generale [Sul Logos]

– “quando si riferisce al sensibile, ed il circolo del diverso, muovendosi con dirittura, rende consapevole tutta l’anima, allora si generano opinioni e credenze solide e vere
Spiegazioni
1. Spiegazione generale
2. Difficoltà e soluzione
3. Spiegazione di qualche termine

– “quando invece si riferisce al razionale, ed il Circolo dell’Identico, ben correndo rapidamente, lo rivela, allora di necessità giunge al suo compimento l’intelletto e la scienza
Spiegazione generale

– “Se quindi qualcuno dicesse che ciò in cui nascono queste due sia diverso dall’anima, dirà tutto tranne che la verità.
Spiegazione generale

“Qui si conclude tutto quel che compone la Psychogonia, che è stata divisa nei capitoli precedentemente indicati. Infatti, abbiamo trattato l’essenza dell’Anima, la sua armonia, la sua figura, le sue potenze e le sue attività.”

Fine della sezione ‘Trattato sull’Anima
Continua … “Ottavo dono del Dio al Cosmo: il Tempo

Commento al Timeo – “Le potenze dell’Anima”

Sintesi- analisi del Commento al Timeo del divino Proclo.

19699-Pinax_votivo_con_Hermes_e_Afrodite_Da_Locri_Epizefiri_terracotta_prima_met_del_V_secolo_a_C_Museo_Archeologico_Nazionale_Reggio_Calabria

 

II Parte – L’Anima del Cosmo

V sezione: le potenze dell’Anima

– “Rivolse quindi il movimento dell’identico secondo il lato verso destra, mentre il movimento del diverso secondo la diagonale verso sinistra
A. Spiegazione generale
B. Spiegazione dettagliata della realtà delle cose
C. “Secondo il lato e secondo la diagonale”

– “conferì quindi potere al movimento dell’identico e del simile: lasciò che fosse uno ed indivisibile
Spiegazione generale

– “mentre divise quella (la rivoluzione) interna sei volte per formare sette circoli disuguali, secondo gli intervalli del doppio e del triplo, questi intervalli essendo tre per ogni parte. E comandò che questi circoli si muovessero in senso opposto gli uni agli altri, e che tre avessero uguale velocità, mentre gli altri quattro comportassero delle differenze sia l’uno rispetto all’altro sia rispetto agli altri tre, benché tutti si muovessero secondo dei rapporti regolari.
I. Spiegazione astronomica
II. Applicazione al caso dell’Anima
1. Esposizione generale
2. Difficoltà e risposte
2a) “Perché non esiste un circolo specifico dell’Essenza, così come esiste per l’Identità e per l’Alterità?”
2b) “Perché Timeo non ha posto nell’Anima del Tutto anche le anime particolari, ma solamente i Generi inclusivi delle anime di ogni specie?”
2c) “Perché mai abbiamo stabilito la divisione solo fra la sfera delle Stelle fisse e quella dei Pianeti, o meglio fra le Cause esemplari di queste sfere, e non nelle quattro classi di viventi?”
III. Nuove considerazioni sulla monade e sull’ebdomade
IV. Nuove considerazioni sul Circolo del Diverso [e digressione su Kairós]
V. Corrispondenze fra l’Anima e le classi di Esseri divini
VI. Esame di certe opinioni
1. Platonici
2. Teodoro [lettere, caratteri e numeri]
3. Giamblico
4. Aristotele

Continua … VI sezione: le attività dell’Anima

Commento al Timeo – “La forma dell’Anima”

Sintesi- analisi del Commento al Timeo del divino Proclo.

II Parte – L’Anima del Cosmo

IV sezione: La forma dell’Anima

– “Dopo che ebbe diviso in due, secondo la lunghezza, tutta questa composizione, ed ebbe adattato una parte all’altra nel loro punto mediano in forma di X
A. Spiegazione generale
1. Dal punto di vista matematico
2. Dal punto di vista dell’essenza dell’Anima
3. Come comprendere la divisione dell’Anima
3.1 Opinione di Giamblico
3.2 Dottrina di Proclo
4. Perché l’Anima è comparata ad una linea?
B. Spiegazione dei singoli termini

– “le piegò in circolo nello stesso punto, congiungendo fra loro le estremità di ciascuna nel punto di incontro opposto alla loro intersezione
I. I circoli rappresentano la conversione dell’Anima
II. Non bisogna considerare i circoli in senso concreto

– “vi impresse un movimento di rotazione uniforme nel medesimo spazio
Spiegazione generale [Intelletto Demiurgico – Intelletto Encosmico – Anima del Tutto]

– “ed uno dei due circoli lo fece esterno, l’altro interno. Nominò/assegnò/dedicò il movimento del circolo esterno  alla natura dell’Identico, e quello del circolo interno a quella del Diverso.”
I. Spiegazione generale
II. Aporia e soluzione
III. Spiegazione di certi termini
IV. Sui Segni magici dell’Anima
V. Unità e dualismo dell’Anima

Continua… V sezione: le potenze dell’Anima