Teologia Platonica- Libro II, capitoli 5- 9

Sintesi e analisi della Teologia Platonica del divino Proclo.

Libro II, capitolo 5
“Quali sono, secondo Platone, le modalità dell’ascesa all’Uno, e che esse sono due, quella “attraverso analogia” e quella “attraverso le negazioni”, e in quali luoghi Platone tratta di esse e per quale ragione.”

Libro II, capitolo 6
“Con quali e quanti nomi Platone rivela il Principio ineffabile, e per quale motivo con tanti e siffatti, e in che modo i nomi si accordano alle modalità dell’ascesa verso il Principio.”

Libro II, capitolo 7
“Quali le considerazioni formulate nella “Repubblica” attraverso l’analogia solare circa il Primo Principio, considerazioni in cui si espone in che modo il Bene viene celebrato, in che senso è la parte più luminosa dell’essere, in che senso Helios è progenie del Bene, e come per ciascuna classe degli esseri divini sussista una Monade analoga a quel Principio, e in che senso sia causa di tutti gli enti, pur venendo prima di potenza e atto.”

Libro II, capitolo 8
“Di che natura <Platone> nella Lettera a Dionisio afferma che è il Primo Re; e più richiami al fatto che in quei passi lascia indicazioni sul Primissimo Dio.”

Libro II, capitolo 9
“Quali sono le tre nozioni riguardanti il Primo Re che sono state tramandate; in che senso intorno a quello si trovano tutte le cose, in che senso in vista di quello sono tutte le cose, in che senso quello è causa di tutte le cose belle; e qual’è l’ordine di queste nozioni comuni, e a partire da quali presupposti sono state assunte.”

Teologia Platonica- Libro II, capitoli 1- 4

Sintesi e analisi della Teologia Platonica del divino Proclo.

Libro II, capitolo 1
“Via di accesso al principio sovraessenziale di tutte le cose in base alla nozione di “uno” e di “molteplicità”.”

Libro II, capitolo 2
“Seconda via di accesso che rivela la realtà trascendente dell’Uno rispetto a tutte le sostanze corporee ed incorporee.”

Libro II, capitolo 3
“Più vie di accesso che forniscono lo stesso risultato e che mostrano la realtà inconfutabile dell’Uno.”

Libro II, capitolo 4
“Replica a quanti affermano che il Primo Principio secondo Platone non è al di sopra dell’Intelletto, e dimostrazioni tratte dalla “Repubblica”, dal “Sofista”, dal “Filebo” e dal “Parmenide” della realtà dell’Uno sovraessenziale.”