Calendario Religioso, Hekatombaion – Ἑκατομβαιών

I Mese del Calendario, IV anno della 699° Olimpiade – sacro ad Apollo (Hekatombaia) – primo mese dopo il Solstizio Estivo.
“Hekatombaion: questo era infatti il primo mese”, il “primo mese degli Ateniesi” (schol. Dem. Timocr. 707. 17; Anecd. Bekk. 247.1). “Nuova Noumenia: il primo giorno dell’anno. Che è Noumenia del mese Hekatombaion.” (Phot. Lex. 201)

[Aphrodisia, Hekatombaia, Kronia, Synoikia, Panathenaia]

552408_298823306885573_329571436_n

Calendario Religioso dell’Attica – Hekatombaion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 22 Giugno- I giorno, Νουμηνία – (Νέα Σελήνη)
Noumenia Hekatombaionos, Primo giorno dell’Anno – Eiseteria, sacrifici per Zeus Boulaios e Atena Boulaia

– Dal tramonto del 25 Giugno, IV Quarto giorno- Τετρὰς Ἱσταμένου
Aphrodisia, per Afrodite Pandemos e Peitho
Inizio dei lavori in Eleusi in vista dei Misteri Maggiori

– Dal tramonto del 28 Giugno, VII giorno – Ἑβδόμη Ἱσταμένου
Hekatombaia – Sacrifici ad Apollo Hekatombaios e Apotropaios

– Dal tramonto del 3 Luglio XII giorno- Δωδεκάτη
Kronia

– Dal tramonto del 7 Luglio, XVI giorno – Ἕκτη Μεσοῦντος
Sacrifici preliminari a Zeus Phratrios e Atena Phratria;
Synoikia/Metoikia, si celebra il Synoikismos dell’Attica;
Sacrifici ad Atena ed Eirene.

– Dal tramonto dell’8 Luglio, XVII giorno – Ἑβδόμη Μεσοῦντος
Sacrifici degli Orgeones all’Eroe Echelos e alle Eroine.

– Dal tramonto del 9 Luglio, XVIII giorno – Ὀγδόη Μεσοῦντος
Sacrifici degli Orgeones all’Eroe Echelos e alle Eroine.

– Dal tramonto del 12 Luglio, XXI giorno – Μετεικὰς
Onori ad Artemide e alla Kourotrophos (Erchia)

– Dal tramonto del 18 Luglio, XXVII giorno- Τετρὰς Φθίνοντος
Panathenaia – giorno dedicato alle Evandria, agli agoni equestri e alla danza pirrica.

– Dal tramonto del 19 Luglio, XXVIII giorno- Τρίτη Φθίνοντος
Panathenaia- lampadedromia, pannychis, la grande processione, ecatombe.

– Dal tramonto del 20 Luglio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ

Calendario Religioso – Anthesterion – Ἀνθεστηριών

VIII Mese del Calendario, IV Anno della 698° Olimpiade  – sacro a Dioniso – “in questo mese inizia la fioritura e alle Anthesteria si offrono fiori.”

[Anthesteria, En Agrais Mysteria, Diasia, Chloeia]

Ottavo mese dell’anno. Sacro a Dioniso. Il nome deriva dal fatto che “in questo mese inizia la fioritura e alle Anthesteria si offrono fiori.” Come del resto conferma anche Arpocrazione: “Anthesterion: questo ad Atene è l’ottavo mese, sacro a Dioniso. Istro nei libri della Raccolta dice che si chiamava in questo modo perché in quel periodo fiorisce la maggior parte dei frutti della terra.”, e i lessicografi ricordano in particolare la fioritura dell’uva. (Et. Mag. e Harp. s.v.; Bekker Anecd. I, pp. 208, 403; Suda s.v.). Da notare che ‘Anthesteriades’ si diceva anche delle fanciulle in età da marito, dunque vicine allo ‘sbocciare’. (Hesych. s.v. Anthesteriades)

E una volta che, dopo il Solstizio, sessanta invernali giorni Zeus abbia compiuto, allora la stella di Arturo, lasciata la sacra corrente dell’Oceano, risplendente di luce si leva al crepuscolo. Al suo seguito, la rondine figlia di Pandione, che geme acutamente, si lancia verso la luce della primavera che nuovamente nasce per gli umani; prima che appaia pota le viti, perché è il momento buono.” (Esiodo, Erga 565-570) “Sessanta giorni dopo il Solstizio d’inverno, quando il Sole è nei Pesci, allora Arturo che è parallelo alla Vergine, al tramonto del Sole si leva in diagonale.” “In questi versi ricorda il tempo della potatura della vite- chiamano ‘oinàdes’ le viti- ormai apparsa la primavera, dopo la levata serale di Arturo e la comparsa della rondine.”

Il canto della rondine: la sua voce non è una lamentazione; è invece un canto compiacente ed esortativo alle opere. Per questa ragione durante l’inverno, né vola né canta.” (Suda s.v. Χελιδόνιον μέλος) – “è chiaro il detto, è l’inizio della primavera: sembra infatti che insieme alla primavera si mostri anche la rondine.” (cf. Arist. Cav. 419 e schol. Arist. Pace 800; Simonide, 90.1.1; Lucret. I.11; cf. V.735)

In una data non precisata del mese (probabilmente in occasione delle Chloeia), il calendario della Tetrapoli di Maratona prevede un sacrificio biennale di una scrofa a Demetra Eleusinia, e di una a Demetra Chloe da parte del demarco (IG II2 1358, col. II, 48-49)

314164_10151050720525778_1993633872_n

Calendario Religioso dell’Attica – Anthesterion [documento pdf online]

Principali Celebrazioni del Mese

– Dal tramonto del 30 Gennaio, II giorno- Δευτέρα Ἱσταμένου
Sacrificio di un giovane capro a Dioniso (Erchia)

– Dal tramonto del 31 Gennaio, III giorno – Τρίτη Ἱσταμένου – Τριτομηνίς
Incontro dei Thiasotai di Bendis a Salamina.

– Dal tramonto dell’8 Febbraio, XI giorno – Ἑνδεκάτη
Anthesteria- Pithoigia, ‘apertura delle botti’- il vino nuovo viene portato in Città; mercato del vino nuovo; apertura delle botti al tempio di Dioniso en limnais; simposio pubblico.

– Dal tramonto del 9 Febbraio, XII giorno- Δωδεκάτη
Anthesteria- Khoes, ‘boccali’, miarà hemera, giorno impuro, chiusura di tutti i templi- azioni rituali al mattino; banchetti pubblici- gara di bevute; processione per l’arrivo in città di Dioniso- komos; ritorno al tempio e atti rituali.
Sacrificio a Dioniso (Torico)

– Dal tramonto del 10 Febbraio, XIII giorno – Τρίτη Μεσοῦντος
Anthesteria- Khytroi, ‘pentole’- processione notturna dal Limnaion al Boukolion- nozze sacre; preparazione della panspermia per Hermes Chthonios e Dioniso; ‘chytrinoi agones’, danze corali, Aiora/Aletis.
Hydrophoria

– Dal tramonto dell’11 Febbraio, XIV giorno – Τετάρτη Μεσοῦντος
Luna Piena

– Dal tramonto del 17 Gennaio, XX giorno – Εἰκοστή/ Εἰκὰς al 23 Febbraio, XXVI giorno – Πέμπτη Φθίνοντος
En Agrais Mysteria.

– Dal tramonto del 20 Febbraio, XXIII giorno –  Ὀγδόη Φθίνοντος
Diasia, sacrifici in onore di Zeus Meilichios (previsto ad Agrai anche nel cal. di Erchia)- apophras hemera, giorno ‘impuro’

– Dal tramonto del 26 Febbraio, XXX Ἔνε καὶ νέα/ Τριακάς
Ἑκάτης δεῖπνον

ΤΥΧΗ ΑΓΑΘΗ