Commento al Timeo – Il Tempo e gli Astri – III sezione

Commento al Timeo  [link documento pdf] del divino Proclo.

E i giorni e le notti, e i mesi e gli anni, che non esistevano prima che il cielo fosse generato, (il Demiurgo) fece allora in modo che essi nascessero nel momento in cui componeva il cielo. Tutte queste sono parti di tempo, e “l’era” e il “sarà” sono specie generate di tempo
A. Spiegazione del passo
I. ‘Giorno’, etc, come parti del Tempo
1. Giorno e Notte
2. Mese ed Anno
II. Era e sarà come forme del Tempo
1. Spiegazione
2. Critica della dottrina di Attico
3. L’era ed il sarà secondo Siriano
Conclusione
B. I Corpi divini si misurano da sé?
C. Accordo di questa dottrina con Platone ed i Teurghi

che noi senza saperlo attribuiamo in modo scorretto all’essenza eterna. Diciamo infatti che essa era, è, e sarà, ma secondo un ragionamento veritiero soltanto “l’è” si adatta all’essenza eterna
I. Spiegazione del passaggio
II. Da dove viene l’errore dei mortali?

mentre “l’era” e il “sarà” conviene dirle a proposito della generazione che procede nel tempo: si tratta infatti di movimenti, mentre ciò che è sempre allo stesso modo ed immobile non conviene che diventi attraverso il tempo né più vecchio né più giovane, né che sia mai diventato, né che ora diventi, e neppure che diventerà in avvenire. In sintesi non gli si può conferire nessuna di quelle proprietà che la generazione applica a quelle cose che si muovono sul piano del sensibile, ma queste, invece, sono forme del tempo che imita l’eternità e si muove in circolo secondo il numero.
I. Questioni generali
II. Questione sulle ‘forme’ del Tempo

Ed inoltre noi usiamo tali espressioni: “ciò che è divenuto è divenuto”, “ciò che diviene è divenente”, e ancora “ciò che diventerà diventerà”, “ciò che non è non è”, e tuttavia di queste espressioni nessuna è esatta. Ma nella presente circostanza non è forse ancora giunto il momento opportuno per esaminare attentamente tali questioni.
– Spiegazione generale

Il tempo dunque è nato insieme al cielo, in modo che, generati insieme, insieme anche si dissolvano, se mai avvenga una loro dissoluzione, e fu fatto sulla base del modello dell’eterna natura, perché, per quanto è possibile, le somigli: il modello esiste per tutta l’eternità, mentre il cielo sino alla fine per tutto il tempo è esistito, esiste, ed esisterà.
I. Spiegazione del testo
II. Tempo e Cielo si sostengono mutualmente

Conclusione generale di tutta la sezione relativa al Tempo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s